Chas

Buongiorno asfalto, mostrami i denti
e il tuo culo di ferro arrugginito a metà.
Io resto in silenzio a pensare a tutto quello che verrà.

L’emozione dell’attesa mi prende alle spalle
come un vento leggero che mi solleva
e mi ritrovo sommerso dalla schiuma dei giorni e dalla sua banalità.

Oggi esco indossando due rose di fango
al posto degli occhi che ho consumato
a furia di guardare e lasciarmi stupire da questa realtà.

Oggi esco indossando un pugno di sassi
al posto del cuore che ho conservato
perché non andasse sprecato in attesa dell’amore che arriverà.